Magic Stuff: STRONG MAGIC di DARWIN ORTIZ, un’avventura intellettuale per costruire la performance


Come mai alcuni maghi ottengono grandi reazioni dal pubblico mentre altri che sono ugualmente abili lasciano indifferenti i propri spettatori? Le risposte sono su Strong Magic, il primo libro di sempre pensato specificamente per la showmanship del mago da close-up.

Professionista di successo per quasi venti anni, Darwin Ortiz si è esibito di fronte migliaia di diversi tipi di pubblico, avendo avuto modo di apprendere quel che davvero ci vuole per coinvolgere gli spettatori. In Strong Magic [Mr. Ortiz] presenta il risultato di quegli anni di studio ed esperienza, e lo fa in modo tale da offrirne beneficio a qualsiasi mago.

Volete applausi,stupore e lodi? Volete che la gente si ricordi e parli delle vostre performance? Strong Magic vi dirà come fare. Avete già un’infinità di libri sulla manipolazione di carte e di monete. Qui c’è un libro che vi parla di qualcosa di molto più importante: la manipolazione del pubblico. Non si tratta di un freddo e noioso trattato, bensì di una lettura divertente, affascinante ed emozionante. Non un libro di vaghe teorie, [Strong Magic] è pieno di esempi e di tecniche concrete che potrete utilizzare fin da subito per offrire al vostro pubblico un impatto maggiore. Questi sono i veri segreti della magia da Close-up [...]“.

La prima volta che ho letto queste parole, stampate sulla seconda di copertina dell’opera di DARWIN ORTIZ, stavo a St. Vincent per Masters of Magic, deciso a portarmi a casa qualcosa che facesse da simbolo all’esperienza della convention… dopo quattro giorni tra esibizioni, conferenze e back stage, avevo un unico desiderio: una lettura interessante che mi permettesse di lasciare a riposo le mani per un po’, senza smettere di occuparmi di magia.

Se qualcuno di voi scorrendo la citazione riportata sopra ha pensato “ok, questo forse se la tira un po’ troppo”, vi assicuro che l’ho fatto anch’io. I veri segreti del Close Up?!? Poi però il libro di Mr. Ortiz l’ho preso, e da quel giorno ogni cosa che porto su un tappetino da Close Up davvero la rifinisco con gli strumenti che ho trovato in STRONG MAGIC.

Struttura dell’effetto, del personaggio, dell’Act, relazione con il pubblico: al testo in questione non manca davvero niente. Un saggio minuzioso ma scorrevole, in cui ogni aspetto della performance è toccato in maniera personale, consapevole e professionale dall’autore.

Purtroppo, che io sappia, il libro non è tradotto in italiano, ed è un peccato per tutti i non anglofoni, visto che si tratta un’opera irrinunciabile.

Nel gioco in cui tocca scegliere tre testi di magia da portare sull’isola deserta, accanto al fondamentale  Card College – Volume 1 (il primo amore non si scorda mai) e al biblico-per-via-del-formato The Expert at the Card Table (che mi ha regalato il più caro tra gli amici maghi), ci metto di sicuro STRONG MAGIC.

Quel che ho scritto sul saggio non vi ha ancora convinto? Vi lascio con le parole di un tizio di cui penso ci si possa fidare:

Il libro è di piacevole lettura, estremamente chiaro, corposo, appassionante nella sua avventura intellettuale. Ed è anche, chiaramente, enormemente pratico. Ti dà da pensare. Ti arricchisce come artista (e quindi anche come essere umano.)”Juan Tamariz

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: